Mercoledì 25 ottobre ore 17 Livorno verso il “Brancaccio”

 

Lunedì 23 ottobre alle 11.00 si è svolta la conferenza stampa presso il Bar ‘Loriano’ ai 4 Mori di Livorno per lanciare la prima assemblea pubblica dalla quale partirà anche in questa città il progetto di ricostruzione della Sinistra inaugurato il 18 giugno al Teatro Brancaccio dalla cui esperienza ha preso il via il cammino ‘Verso un’Alleanza Popolare per la Democrazia e l’Uguaglianza’. Era presente il gruppo promotore che include società civile, forze politiche di sinistra e singoli cittadini.

L’appuntamento di oggi con la stampa sanciva la comunicazione ufficiale alla città dell’inizio del percorso di partecipazione che partirà mercoledì 25 ottobre alle 17.00 con un assemblea pubblica presso la sala della Ex Circoscrizione 1 in piazza Saragat. Livorno si appresta ad entrare così in quello che è stato definito come l’elenco delle 100 piazze anche se in realtà sono molte di più, in tutto il Paese.

L’obiettivo è quello di creare un spazio politico nuovo, che dia rappresentanza a chi non ha voce o a chi si è allontanato dalla politica attiva non trovando più risposta ai suoi problemi quotidiani.
La battaglia che dovremo mettere in campo è quella sulla disuguaglianza, una implacabile realtà che tutti noi misuriamo sulla pelle.

Sono stati presentati da Marco Chiuppesi ed Elena Mataresi, i 10 punti del programma di partenza proposti da Anna Falcone e Tommaso Montanari, ma soprattutto sono state espresse le intenzioni del gruppo promotore che si è costituito e quali sono le finalità in vista delle elezioni politiche e successivamente delle elezioni amministrative in questa città. Il percorso che costruiremo ha lo scopo di diventare lievito e facilitare il coinvolgimento della società civile ad una valutazione partecipata dell’emergenza democratica che stiamo vivendo in questo Paese. Questa consapevolezza è emersa durante la campagna referendaria che in sostanza ha sancito il ritorno di molti cittadini al voto e all’autodeterminazione nella difesa della nostra Costituzione, per questo è necessario radunare le forze e in quel solco continuare la lotta per arrivare ad un programma di sintesi condivisa da portare in dote da parte di una nuova forza di sinistra che sia convincente ma soprattutto vicina ai problemi reali delle persone, senza tattiche, senza inganni per creare un vero e proprio percorso dal basso che faccia rinascere la sinistra, una sinistra unita.

Il percorso che costruiremo a livello locale coinvolgerà tutte quelle forze democratiche presenti che si muovono a vari livelli nella società livornese e che hanno accettato di partecipare senza riserve, così come accaduto a livello nazionale. L’apertura di questo progetto e la capacità di ascolto e proposta che saremo in grado di offrire, anche attraverso la pubblicizzazione di materiali condivisi sul metodo e soprattutto sui contenuti, siamo certi saprà catalizzare interesse e partecipazione anche di singoli soggetti non organizzati ma preoccupati per il destino sia del Paese che di questa città in profonda crisi economica e sociale. Memori delle esperienze fallimentari del passato, atte a costruire formazioni di sinistra organizzata ma solo temporanea, gli acrocchi opportunistici non ci interessano. I fini elettorali, sono un’emergenza, non un opportunità! Non abbiamo bisogno di un leader, ma di contenuti che siano legati ai bisogni impellenti di una società che sta perdendo diritti e non ha più potere decisionale sulle scelte e sulle decisioni che servirebbero a salvarla.

L’assemblea organizzata mercoledì 25 ottobre, sarà così strutturata:

1- Sarà letto l’appello di Anna Falcone e Tomaso Montanari.
2 – Verranno letti i 10 punti di partenza del programma.
3 – A microfono aperto tutti coloro che sono in sala potranno partecipare alla discussione e spiegare il motivo della loro presenza: ‘ Io sono qui perché’ sarà l’invito rivolto ad ognuno.
4 –Verrà individuato un metodo condiviso per l’organizzare gruppi di lavoro su temi specifici nel solco dei 10 punti che potranno essere oggetto di approfondimenti legati al territorio.
5 – Sarà stabilito un calendario di incontri che ci porterà all’Assemblea di sintesi del 9 novembre 2017 in fase ancora organizzativa dal momento che il gruppo promotore vuole attendere una condivisione più alta e una partecipazione forte all’evento. Al tempo stesso verranno discussi metodi di autofinanziamento per organizzare volantinaggi e divulgazione dei contenuti del progetto.

E’ bene ricordare in questa sede che il percorso inizierà con la condivisione larga e partecipata del progetto ma non si esaurirà così come accaduto nelle esperienze precedenti. Lo scopo principale di questo progetto è riportare la città a parlarsi, la sinistra a parlarsi, creando un dibattito continuo e aperto, che non esclude confronti, anche aspri con altre forze, ma che ha un unico obiettivo: riunire la sinistra, quella sinistra che ha radici profonde e difende i diritti dei cittadini, ma che forse ha bisogno di aiuto per ricominciare ad ascoltare.
Abbiamo fiducia e crediamo in questo progetto, consapevoli che è una decisione urgente e difficile, ma siamo sicuri che tutta la sinistra, organizzata e non risponderà.

L’invito che rivolgiamo a tutti voi è quello di contattare con il passaparola quante più persone possibili da coinvolgere e invitare, i canali tradizionali dell’uso della parola sono privilegiati dal momento che solo un dialogo aperto e onesto nei confronti di chi abbiamo davanti, possa essere il modo più efficace per ricostruire la fiducia nei confronti di chi ci ascolterà.

Vi aspettiamo numerosi.

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/912971248869158/

Gruppo promotore ‘Verso un’Alleanza Popolare per la Democrazia e l’Uguaglianza – Livorno’

Pagina Facebook https://www.facebook.com/Livorno-Verso-unAlleanza-Popolare-per-la-Democrazia-e-lUguaglianza-120746485286776/