Ghinassi: LeU e la sua prospettiva dopo il 4 marzo

 

Oggi si chiude la campagna elettorale, è stata breve, molto difficile ma bellissima. Per un Segretario di Partito momenti come questi sono una utile cartina di Tornasole per misurare la qualità del proprio lavoro politico, capire se il radicamento di testa e cuore fra compagni esiste o qualcosa si è inceppato lungo il percorso.
Abbiamo compiuto scelte difficili, ci siamo messi in discussione aggiustando il tiro senza perdere però la nostra identità e la capacità di ascoltare per migliorare. Siamo di più, uniti e forti più di prima e il merito va ai candidati scelti che ci hanno insegnato a fermarci e ad ascoltare, ma soprattutto a guardare con i loro occhi ciò che sta succedendo nel paese. Molti di loro, non sono professionisti della politica ed è questo il valore aggiunto del loro sguardo. Sono stati loro ad incalzarci e a farci capire cosa noi non riuscivamo a vedere.
A Livorno, il rapporto fra cittadini e politica da molto tempo soffre una distanza che ha reso difficile quel contatto affettuoso e grato che ha sempre contraddistinto la storia di questa città.
Abbiamo recuperato qualche grado di separazione ed il merito è di queste donne e di questi uomini che hanno accettato non una scommessa, ma un compito che hanno svolto con umiltà dimenticandosi delle loro vite per un po’.
Ogni campagna elettorale comporta sacrificio, stanchezza che si accumula e si aggiunge ad altra stanchezza, malumori e delusioni perchè siamo umani, con i nostri difetti e le nostre qualità. Tutto questo è stato misurato davanti a tutti con i passi che abbiamo percorso per strada fra le persone, le parole,gli abbracci, i sorrisi, ma spesso con gli occhi lucidi, non per il vento freddo degli ultimi giorni ma per ciò che avevamo davanti.
Ci sarà chi vincerà e ci sarà chi perderà, ma credo che la voglia di continuare non passerà a nessuna delle persone che ho scoperto o riscoperto durante questo cammino di lotta.
La sinistra ha una chances in più grazie a loro e grazie a tutti quei militanti e non che hanno ritrovato la voglia di esserci.
Li abbraccio tutti in attesa del 4 marzo e non smetterò di abbracciarli fino a quando non avrò la certezza che ci sia per noi una casa comune, quella sinistra che tutti attendiamo da troppo tempo.
Liberi e Uguali è un segno che ci contraddistingue, non un sogno impraticabile.

Simona Ghinassi​

Coordinatrice Sinistra Italiana​ – Federazione di #Livorno

Liberi e Uguali, i candidati e le candidate in Toscana

 

“Dalla Toscana riparte la sinistra unita. In queste settimane abbiamo portato avanti un lavoro significativo nella composizione delle liste. Un lavoro iniziato con le proposte dei territori, poi discusse e approvate in Assemblea regionale. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato. Siamo pronti per una campagna elettorale rivolta alla comunità, ai giovani, alle lavoratrici e ai lavoratori, a chi nella nostra società non ha voce ed è escluso. Sarà fondamentale l’impegno dei militanti, degli attivisti e dei comitati territoriali nati in questi mesi. In ogni lista ci sono rappresentanti del territorio. Nell’area metropolitana fiorentina Filippo Fossati, Sandra Gesualdi, Antonio Natali, Alessio Biagioli, Alessia Petraglia (capolista al Senato Toscana 1), Serena Pillozzi ; Angela Riviello a Prato-Pistoia; Paolo Fontanelli (capolista al Senato Toscana 2) a Pisa; Serena Cortecci a Poggibonsi-Valdelsa; Denise Latini nell’empolese; Ivano Ferri ad Arezzo, Fabrizio Pucci a Livorno; Alessandro Brunini a Grosseto; Sabrina Benenati e Marco De Martin Mazzalon al plurinominale al Senato e alla Camera. Siamo orgogliosi delle candidature di Roberto Speranza e Nicola Fratoianni figure di riferimento per la sinistra italiana e di Rossella Muroni, coordinatrice nazionale della campagna elettorale di LeU ed ex presidente di Legambiente. E’ nostra intenzione adesso restituire a migliaia di persone e di elettori una casa, un’identità e un progetto politico nuovo e riconoscibile. Siamo la vera novità e intendiamo dare una nuova speranza e un futuro alla sinistra per il bene della Toscana e dell’Italia”. E’ quanto dichiara il coordinamento regionale di Liberi e Uguali a proposito della presentazione delle liste dei candidati in Toscana alle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

LISTE LIBERI E UGUALI

UNINOMINALI CAMERA

Toscana 1 Firenze Novoli-Peretola Sandra Gesualdi

Toscana 2 Firenze-Scandicci Filippo Fossati

Toscana 3 Sesto Fiorentino Serena Pillozzi

Toscana 4 Empoli Denise Latini

Toscana 5 Prato Luca Mori

Toscana 6 Pistoia Arianni Benigni

Toscana 7 Arezzo Ivano Ferri

Toscana 8 Massa Carrara Chiara Geloni

Toscana 9 Lucca Cecilia Carmassi

Toscana 10 Pisa Nicola Fratoianni

Toscana 11 Poggibonsi Serena Cortecci

Toscana 12 Siena Fulvio Mancuso

Toscana 13 Livorno Fabrizio Pucci

Toscana 14 Grosseto Alessandro Brunini

UNINOMINALI SENATO

Toscana 1 Firenze Alessia Petraglia

Toscana 2 Sesto-Empoli Alessio Biagioli

Toscana 3 Prato-Pistoia Angela Riviello

Toscana 4 Arezzo-Siena Guido Pasquetti

Toscana 5 Massa Carrara-Lucca Luca Baccelli

Toscana 6 Pisa-Poggibonsi Paolo Fontanelli

Toscana 7 Livorno-Grosseto Catia Sonetti

PROPORZIONALE SENATO

Toscana 1 (Firenze-Prato-Pistoia-Lucca-Massa Carrara) Alessia Petraglia, Giulio Marcon, Angela Riviello, Antonio Natali

Toscana 2 (Pisa-Livorno- Grosseto-Siena-Arezzo) Paolo Fontanelli, Cinzia Bartalini, Giulio Cesare Ricci, Sabrina Benenati

PROPORZIONALE CAMERA

Toscana 1 (Prato-Pistoia-Lucca-Massa Carrara) Roberto Speranza, Roberta Agostini, Marco De Martin Mazzalon, Elisabetta Liberatore detta Bamba

Toscana 2 (Livorno-Pisa-Pontedera-Poggibonsi) Nicola Fratoianni, Rossella Muroni, Claudio Riccio, Monica Bellandi

Toscana 3 (Firenze-Sesto Fiorentino-Empoli) Roberto Speranza, Tea Albini, Filippo Fossati, Serena Pillozzi

Toscana 4 (Arezzo-Siena-Grosseto) Roberto Speranza, Loriana Bettini, Massimo Borghi, Francesca Cardelli

 

Dalle città un programma per il cambiamento

 

Ci siamo! Sabato 16 dicembre inizia il cammino di donne e uomini per un programma partecipato da costruire insieme: liberi e uguali.

Sabato 16 dicembre iniziamo con un’agenda di incontri aperti su alcune delle principali tematiche per la nostra sfida collettiva in campo alle prossime elezioni.

Molti altri temi verranno affrontati in altri appuntamenti territoriali. Il 16 è solo una tappa.
Facciamo germogliare i mille fiori di un programma innovativo, chiaro e radicale per cambiare il nostro Paese, costruiamo gli appuntamenti insieme a tutti i nostri compagni di viaggio.

BRESCIA

Diritti e cittadinanza

domenica 17 dicembre ore 10 
Hotel Industria

Via Orzinuovi, 58 – Brescia

 

PADOVA
Futuro sostenibile
sabato 16 dicembre ore 9 
Sala Diego Valeri

Via Valeri, 17 – Padova

 

GENOVA
Welfare e Lavoro

sabato 16 dicembre ore 9.30
Teatro Carlo Felice, sala Montale

Passo Eugenio Montale, 4 – Genova

FIRENZE
Democrazia, istituzioni, legalità
sabato 16 dicembre ore 10 
Educatorio di Fuligno

Via Faenza, 48 – Firenze

 

ROMA
La scuola, l’università, la ricerca e la cultura.
sabato 16 dicembre ore 10
Hotel Quirinale

Via Nazionale, 7 – Roma

 

REGGIO EMILIA

Italia non violenta: proposte per la pace e il disarmo

domenica 17 dicembre, ore 14.30 c/o circolo arci Gardenia

Viale Regina Elena, 14 – Reggio Emilia

 

NAPOLI
La conversione ecologica dello sviluppo
sabato 16 dicembre ore 10 
Sala del Consiglio Metropolitano 
Piazza Santa Maria La Nova, 44 – Napoli