LIberi e Uguali inizia all’Isola d’Elba

 

Anche all’Elba si è dato vita ad un Comitato della Lista Liberi e Uguali. Sinistra Italiana ed Art.1 MDP, con altri rappresentanti di associazioni ambientaliste, culturali, singole personalità, hanno promosso un incontro per costituire un coordinamento Elbano, per il sostegno elettorale alla Lista Liberi e Uguali e per avviare un percorso partecipato e costituente, anche all’Elba, di un nuovo soggetto unitario della sinistra. La Lista Liberi ed Uguali è un segnale nuovo e di fiducia nel panorama della politica nazionale che pone al centro della propria proposta il lavoro, la giustizia sociale e l’ambiente; che si avvale già di una figura di rilievo come il Presidente Pietro Grasso e di adesioni importanti e significative come quella della Presidente di Legambiente, Rossella Muroni. Il sistema elettorale proporzionale consentirà di rappresentare le forze più coerentemente orientate ad un progetto unitario della sinistra. Un’affermazione della Lista Liberi ed Uguali, alle prossime elezioni politiche del 4 marzo, potrà costruire nuove condizioni politiche e parlamentari per una svolta politica in Italia,  per determinare cambiamenti nella politica economica e sociale dei governi, indirizzandola alla piena occupazione, alla qualificazione produttiva, infrastrutturale e in sicurezza del territorio; ad una politica fiscale progressiva, contrastando l’evasione e tassando le ricchezze finanziarie e patrimoniali, alla difesa e qualificazione della scuola e della sanità pubbliche, ad un contrasto alle povertà, all’emarginazione, alla precarietà, alla sempre più ampia diseguaglianza tra ricchi e classe media e lavoratrice. Solo con nuove politiche socialmente eque e solidali, di sviluppo del lavoro, sarà possibile sconfiggere la destra xenofoba, razzista e nazionalista, che usa il disagio e l’insicurezza sociale dei ceti popolari per alimentare tensioni e contrapposizioni, razziali, sociali e nei confronti dei diritti degli immigrati e dei diversi. La proposta della Lista Liberi e Uguali è una nuova offerta d’impegno politico, per una nuova responsabilità sociale e solidale, rivolta al Paese e a tutti quei cittadini delusi e sfiduciati dall’attuale politica o che hanno preferito, in segno di protesta, l’astensione al voto e la disaffezione alla vita pubblica. Il voto alla Lista Liberi e Uguali è per questo un voto utile e tanto più lo sarà quanto più alto sarà il proprio risultato elettorale e quanto più estesa e presente sarà l’adesione e la mobilitazione di donne, giovani, anziani, associazioni, comitati, movimenti. Il Comitato promuoverà nelle prossime settimane, altri incontri per allargare la propria presenza organizzata tra i cittadini, sull’isola, per aprire canali mediatici e sui social network per dare la parola ai cittadini, per renderli attivi e partecipi, per ridare fiducia e speranza nel cambiamento.
Comitato Elbano
LISTA LIBERI E UGUALI
 

Nasce all’Isola Elba il circolo territoriale di Sinistra Italiana

 

La Federazione Provinciale di Livorno di Sinistra Italiana prende atto con soddisfazione, in accordo con i compagni elbani, della costituzione del Circolo territoriale dell’Isola d’Elba che nei prossimi giorni si insedierà formalmente per la nomina degli organismi di direzione politica ed organizzativa previsti dallo statuto.
Si conclude così il processo costitutivo di una nuova forza politica che, dopo il Congresso nazionale di Rimini e la elezione alla segreteria di Nicola Fratoianni, si pone l’ambizioso obiettivo di avviare un processo di ricostruzione della sinistra nel nostro Paese e di dare rappresentanza a tutti coloro che credono ancora nei valori e negli ideali di eguaglianza, giustizia e libertà che altri hanno abbandonato perseguendo politiche e programmi di ispirazione autoritaria e neoliberista.
I circoli territoriali saranno il cuore pulsante per la crescita e lo sviluppo di un percorso dove parole come solidarietà, diritti, accoglienza, pace. lavoro possano recuperare la loro autenticità e tornare ad essere protagoniste di un nuovo linguaggio fra le persone e ovunque si lotta per creare le condizioni di un mondo migliore, per difendere le fasce più deboli ed emarginate della società e per dare un futuro e maggiori certezze alle nuove generazioni.
L’Elba rientra a pieno titolo nel percorso interprovinciale che la Federazione di Livorno ha deciso di avviare per dare forma e sostanza ad una visione larga di azione delle tre Provincie di Grosseto, Livorno e Pisa che hanno vocazioni e problemi simili, e pertanto interessate ad interagire per unire le forze e trovare strategie comuni.
In questo quadro l’Elba ha però una particolarità che la distingue e la fa essere diversa dagli altri territori: quella dell’insularità, con tutte le problematiche che essa comporta e che tende a limitare diritti fondamentali e costituzionali, quali il diritto alla mobilità, alla salute, all’istruzione.
L’insularità e la mono-economia basata sulla stagionalità del turismo, creano inoltre condizioni di precarietà del lavoro ancora più gravi di quanto non lo siano altrove, costringendo spesso i giovani ad emigrare per cercare occupazione in continente e anche all’estero..
Approvvigionamento idrico, smaltimento dei rifiuti, valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, sostegno alle imprese ed investimenti per l’ammodernamento e il miglioramento delle strutture ricettive, sono altri aspetti su cui la classe dirigente e le istituzioni dell’isola devono porre maggiore attenzione e mettere in campo iniziative adeguate, accantonando conflittualità municipalistiche per lavorare su un progetto di governo unitario dell’isola. Ed è anche su come verranno affrontati questi problemi che Sinistra Italiana esprimerà la propria posizione rispetto a quanti sono in lizza per le elezioni amministrative di giugno e per quelle che interesseranno in futuro il governo dei comuni elbani.
All’Elba come altrove deve essere chiaro che Sinistra Italiana è nata come forza autenticamente di sinistra e come tale alternativa a quelle forze che, come il Pd, hanno assunto il feticcio del mercato e della globalizzazione selvaggia, dominata dalla speculazione finanziaria, come stella polare delle loro politiche neoliberiste, ampliando la forbice delle disuguaglianze, mortificando le conquiste sociali e i diritti dei lavoratori e facendo pagare la crisi a chi il lavoro l’ha perduto e a chi, soprattutto giovani e donne, il lavoro non l’ha mai conosciuto.
Un punto di riferimento del Circolo ed una platea di discussione e di confronto aperta sulla politica locale e nazionale sarà presto disponibile sulla rete attraverso un sito creato appositamente per quanto vogliono interloquire con Sinistra Italiana dell’isola.
Si informa, infine, che per avere chiarimenti sulle modalità di tesseramento e iscrizione al Circolo e su ogni altro aspetto di carattere organizzativo, è disponibile fin d’ora il numero di cellulare 339.5481876.