Caso Lonzi-RARI, responsabilità anche di ha dato credito e fiducia a certi imprenditori

 

Sinistra Italiana crede che sulla vicenda Lonzi metalli s.r.l. e Ra.RI .r.l. la colpa sia di tutti, a cominciare a chi ha dato credito e
fiducia a certi imprenditori e a chi non ha effettuato i controlli in modo adeguato.

Eppure le avvisaglie c’erano, gli incendi estivi e una nube maleodorante ogni tanto, eppure le segnalazioni ci sono state, e
l’ARPAT che ci rassicurava. Eppure il problema dei rifiuti speciali nella nostra provincia è importante forse più dei rifiuti urbani, in quanto ne vengono prodotti in quantità enormi tra Livorno e Piombino.

Si è parlato e si parla dei rifiuti urbani, si sono ideati gli ATO, ma per i rifiuti speciali niente, come se fosse un problema secondario.

Tutto questo è inaccettabile e dimostra se c’era bisogno, la gestione completa dei rifiuti deve essere in mano pubblica anche perchè oltre alla truffa all’erario e comportamenti rilevamenti penali dalle intercettazioni emergono frasi che ricordano comportamenti da terra dei fuochi e delle loro associazioni a delinquere.

Il Circolo Territoriale Livorno Collesalvetti di Sinistra Italiana è molto preoccupato che di tutta questa vicenda ha pagarne le
conseguenze, oltre all’ambiente e la salute dei cittadini, sono i dipendenti di queste aziende che non sanno al momento quale sarà il loro destino.

Andrea Cionini

Coordinatore Circolo Territoriale Livorno Collesalvetti – Sinistra Italiana