Adesione al presidio di Livorno “Aprite i porti”

 

Sinistra Italiana Federazione di Livorno aderisce alla mobilitazione Aprite i porti che si terrà Mercoledì 13 giugno ore 18 al Porto Mediceo di Livorno – Andana degli anelli – Arci, Anpi e Cgil promuovono una mobilitazione cittadina contro la scelta scellerata e sciagurata del nuovo governo italiano di negare lo sbarco, nei porti italiani, alla nave Aquarius.

Ritardare le operazioni di sbarco significa mettere a rischio la vita di 629 persone, che si trovano ancora in alto mare e che cercano di raggiungere il porto di Valencia.

Mobilitarsi è un dovere morale e civile come quello di chiedere con urgenza ai rappresentanti del governo italiano di riaprire immediatamente i porti italiani per accogliere i migranti.

La popolazione livornese, forte della propria cultura di accoglienza e solidarietà non può permettersi di stare in silenzio davanti a scelte di governo così disumane e irresponsabili. Il presidio voluto da Arci, Anpi e Cgil si svolgerà presso il Porto Mediceo, luogo simbolo della città di Livorno, per dare un segnale di apertura e solidarietà ai popoli in fuga e ai loro soccorritori perchè possano trovare nel mare un luogo di transito verso la salvezza e non un limbo da cui non si riesce ad uscire.
“Le porte possono anche essere sbarrate, ma il problema non si risolverà, per quanto massicci possano essere i lucchetti”.

Contro ogni frontiera, restiamo umani. #Apriteiporti