Il Tirreno: La ricetta di Sinistra Italiana e il suo giovane esecutivo

VOLTI E PROGETTI DELLA FEDERAZIONE LIVORNESE

Ieri pomeriggio la neo eletta coordinatrice della federazione di sinistra italiana di Livorno Simona Ghinassi ha presentato alla stampa e alla città i componenti dell’esecutivo della federazione di sinistra italiana di Livorno, ovvero «il braccio operativo che insieme a me- dichiara Ghinassi- inizierà questo percorso a livello provinciale. Un gruppo giovane, composto da tre persone che si sono avvicinate per la prima volta, soltanto adesso, alla politica interna di un partito e soprattutto persone che condividono con me e con Sinistra Italiana i veri valori della sinistra che troppo spesso vengono dimenticati».

I componenti del gruppo dirigente sono: Elena Mataresi responsabile organizzazione politica e di eventi, Antonella Ferri responsabile tesseramento e Giovanni Tresoldi responsabile comunicazione.

Nonostante si siano strutturati da poco tempo sul territorio, essendo un nuovo soggetto politico, il confronto attivo con i residenti e con le associazioni ha visto in poco tempo crescere le loro adesioni.

«Prima del congresso svolto poco tempo fa- spiega Antonella Ferri – i tesserati erano 195 adesso siamo a 300 senza contare i simpatizzanti perché la nostra struttura permette a chiunque sia interessato di poter partecipare, senza nessun obbligo, alle riunioni tematiche».

Un partito, che sembra prendere piede in questa città e che, nonostante le diffidenze che molti hanno nei confronti di chi svolge un ruolo politico, sembra attrarre consensi.

«Noi puntiamo molto sulla comunicazione- interviene Giovanni Tresoldi- sui social siamo molto attivi e cerchiamo il più possibile di condividere cosa facciamo ma soprattutto cerchiamo di ascoltare veramente quello che le persone ci dicono, le loro situazioni di disagio, le loro critiche, i loro consigli perchè fare rete è fondamentale per creare una città migliore».

A fine conferenza è stato poi annunciato anche un bando che è già in corso ma che il gruppo dirigente ha voluto ricordare perché la scadenza non è lontana.

Il bando si chiama; “Forza!” ed è stato lanciato a partire da questo mese di maggio da parte di Sinistra Italiana mira a sostenere l’attivazione e il potenziamento delle iniziative territoriali ispirate ai principi di trasparenza, partecipazione e innovazione.

Gli ambiti di intervento ammessi sono: l’innovazione sociale ed economia ecosostenibile e della condivisione, le pratiche di mutualismo rivolte a soggetti socialmente fragili, infine la promozione del volontariato e di nuove pratiche sociali delle giovani generazioni. Il fondo a sostegno al bando, per l’anno 2017, è pari a 100.000 euro.

«La cosa importante da sottolineare- conclude Ghinassi- è che questi fondi sono provenienti da risorse erogate volontariamente a tal fine, dai deputati e senatori aderenti ai gruppi di Sinistra Italiana. Dicono che i partiti sono tutti uguali, ma non è così, noi crediamo che adottando i valori di sinistra si possa fare la differenza».

Diletta Fallani

Il Tirreno – Redazione di Livorno