Svendita Paduletta, revoca del bando e dimissioni CdA Spil

 

Sinistra Italiana Livorno è fortemente contraria alla vendita della area portuale denominata “Paduletta” e oggi attraverso il giornale “Il Tirreno” apprendiamo che il Comune di Livorno ha desaturato il CdA di Spil SpA che in primavera deliberò la vendita ad una gruppo imprenditoriale locale nel settore della logistica.

Non capiamo perchè il CdA a partire dalla Presidentessa Ferrone non rassegnino le dimissioni visto nei fatti il commissariamento del socio di maggioranza della società e rileviamo che il prezzo di base d’asta è vergognosamente basso, quasi imbarazzante, se non altro per il confronto con il prezzo di vendita di un terreno adiacente senza contare i sei magazzini che saranno compresi nella operazione di conferimento alla newco di Spil (SPIL Strategic Contratc Logistic SRLU). 

In questo contesto di molte ombre e pochi luci di questa operazione ci associamo alla recente richiesta depositata nei giorni scorsi da Buongiorno Livorno in merito alla richiesta di dimissioni della neo nominata Assessora al Bilancio del Comune di Livorno, in particolare per il fatto che avrebbe dovuto come primo atto dopo la sua nomina dare un segnale forte e revocare il bando di vendita della newco.

Sinistra Italiana non solo chiede una sospensione del bando di vendita affinché una area così strategica fosse messa al riparo da interessi privati speculativi ma propone che si valuti la la possibilità, come fatto negli anni scorsi per alcuni lotti della stessa Paduletta, che l’area oggi rimasta in mano a Spil SPA potesse essere acquista dall’Autorità Portuale di Sistema Livorno Piombino e rientrare così di diritto in un ragionamento unitario e organico come parte integrante del progetto Piattaforma Europa’ nonchè di proprietà pubblica.

Circolo Territoriale SI Livorno Collesalvetti

 

Il Tirreno – cronaca di Livorno edizione 8 settembre 2017

Lascia un commento