Sanità, più stato meno mercato

 

Basta con la politica del carciofo, un pezzo alla volta, in modo progressivo, quasi in modo indolore, (si fa per dire, basta pensare alle criticità assurde di questi giorni agli sportelli ) vengono appaltati sempre più servizi sanitari alla sanità privata.
Questa ultima iniziativa si somma a quella già annunciata in cui si prevede di appaltare migliaia di ecografie e doppler per cercare di dare risposta alle odiose liste di attesa ancora non risolte.
Un punto debole questo, mai risolto del servizio sanitario, che crea, da tempo giustamente, polemiche a non finire per gli insopportabili tempi lunghi un po in tutta la Regione, per effettuare visite ed esami.
Noi di Sinistra Italiana, crediamo che occorra, invece più servizio saniario pubblico, per tanto a nostro avviso è necessario mettere in campo, valorizzandole più risorse umane superando la precarietà, più utilizzo delle tecnologie presenti all’interno degli ambulatori, più spazi sanitari pubblici sul territorio .
A proposito di spazi pubblici sanitari, attendiamo la rivoluzione dei servizi territoriali; case della salute e distretti nell’area vasta, presentati come il tentativo di affrontare al meglio le problematiche sanitarie dei cittadini soprattutto anziani.

Gino Palmieri 

Forum Sanità 

Sinistra Italiana – Circolo Livorno Collesalvetti

Lascia un commento