Riassunzione di tutti e 5 lavoratori di ALP

 

Esprimiamo soddisfazione per la riassunzione di tutti e 5 lavoratori di ALP.

Neo assunzione e non reintegro anche se le modalità sono quelle di un reintegro perché i vertici aziendali di ALP hanno fino all’ultimo tenuto il punto sulle motivazioni della insubordinazione facendo firmare una assunzione di responsabilità di quanto avvenne.

In questa vicenda è palese quanto sia difficile la situazione dei lavoratori portuali di questa città, perché una presa di posizione da parte dei lavoratori che denunciano il mancato rispetto delle regole contenute nella legge 84/94, diventa automaticamente motivo di licenziamento.

Rimane tutt’ora fumosa la deroga alla legge 84/94 rispetto la prestazione di manodopera fatta con una mail dopo le 22 a turno già iniziato da 2 ore e firmata non dai vertici dell’ente di APdS Alto Tirreno. Una semplice mail dove si autorizzava un articolo 16 a surrogare l’articolo 17 che è l’unico prestatore di manodopera autorizzato per tale mansione.

Auspichiamo che il Presidente Corsini imprima una svolta al lavoro portuale aprendo un processo verso il rafforzamento dell’articolo 17 tenendo salde le quote di ALP al 49% e nello stesso tempo limitasse il proliferare recente di articoli 16 e le loro modalità improntate al ribasso tariffario che vanno a discapito del salario e della sicurezza dei lavoratori.

Dopo questa vicenda, Il rafforzamento deve partire da un cambiamento di rotta all’interno di ALP. per rispettare una linea di gestione che non aumenta la già alta flessibilità che colpisce i lavoratori, l’organizzazione del lavoro va affidata a dirigenti e responsabili aziendali all’altezza del compito assegnato.

Ci vuole coraggio e serve che ognuno faccia il proprio il compito senza chinare la testa di fronte alle richieste sempre più insistenti di armatori e imprenditori che non vogliono far crescere lo scalo labronico, ma solo mantenere in maniera dinastica i privilegi acquisiti sul controllo della attività portuali, anche senza investire capitali propri.

Sinistra Italiana – Esecutivo Federazione di Livorno

 

Lascia un commento