Piste ciclabili lungomare di #Livorno, luci e ombre @IlTirrenoLivorno

Leggendo il vostro giornale apprendiamo che tra poco avremo una pista ciclabile che partendo dai quattro Mori percorrerà tutto il nostro lungo mare, di per se è una bella notizia, importante che potrà valorizzare il lungo mare; ma riflettendo in questa notizia c’è un però, perché se consideriamo le lunghe file di auto che si creano tutti i giorni e a tutte le ore lungo gli scali Novi Lena coinvolgendo anche gli autobus del trasporto pubblico i quali rimangono imbottigliati nelle file di auto che si formano, che con difficoltà riescono a superare le rotatorie in quanto hanno un raggio e una carreggiata troppo piccole per un veloce deflusso.Ci siamo chiesti ma cos’è prioritario in un corretto piano della mobilità la creazione di piste ciclabili protette o la creazione di corsie riservate e protette per il trasporto pubblico ? La risposta corretta sarebbe entrambe le corsie, quando ci sono gli spazi sufficienti però, ma se dobbiamo fare delle scelte in mancanza di spazio la priorità deve, secondo noi, ricadere nella corsia protetta per il trasporto pubblico.
Nel nostro caso non è stato così è stata fatta una scelta a favore della bicicletta, a scapito del trasporto pubblico il quale andrebbe velocizzato per rendere più appetibile il suo utilizzo, non basta rendere il trasporto pubblico gratis la sera, che è uno spot elettorale, bisogna favorire il trasporto pubblico a qualsiasi ora del giorno, quello che è stato fatto e sarà fatto tra via San Giovanni e piazza Mazzini, è tutto l’opposto di quello che serve, non favorisce il deflusso del traffico automobilistico anzi lo rallenta causando più inquinamento acustico e ambientale.

Infine un vecchio detto recita “che ha pensare male qualche volta ci si azzecca”, ma tutto questo non è che serva per allontanare il traffico automobilistico dalle abitazioni della porta a mare ?

Andrea Cionini 

Forum ambiente e territorio Sinistra Italiana Livorno

Lascia un commento