No abbattimento 55 Pini!

Il Circolo Territoriale Sinistra Italiana Livorno Collesalvetti  si oppone con assoluta fermezza alla decisione del Sindaco  di Collesalvetti rispetto al programma di abbattimento di 55 pini che sono parte integrante del parco pubblico di Stagno in prossimità del Villaggio Emilio. I motivi reali dell’abbattimento, per ogni albero, devono essere certificati e resi pubblici per la cittadinanza. Pertanto si richiede la sospensione dell’intervento di abbattimento in corso. Non ci accontentiamo di un motivo legato a generica sicurezza pubblica perché sono stati stanziati fondi anche per la ripiantumazione e a oggi non è chiaro quali saranno e in quali tempi le essenze poste a dimora per la sostituzione delle piante abbattute. Ricordiamo che per evitare pericoli o lamentele le piantumazioni negli spazi pubblici avrebbero solo bisogno di manutenzione, al fine di evitare precipitosi o incauti abbattimenti.
Ricordiamo inoltre che il parco in questione è il polmone verde di Villaggio Emilio e che da sempre ha una funzione fondamentale di filtro, sia come barriera allo smog causato dai veicoli, sia riguardo le emissioni della raffineria Eni.
Abbattere questi 55 pini sarebbe quindi un atto che oltre a favorire la cementificazione della zona, comporterebbe un attacco vero e proprio alla salute dei cittadini di Stagno, già molto provati da scelte troppo spesso irrispettose dei loro diritti, violati per la concentrazione di inquinanti in quella zona dove a volte l’aria è irrespirabile.
Per questo chiediamo all’amministrazione di fermarsi, informare i cittadini e scegliere una via partecipata sulle decisioni da attuare. Decidere in modo solitario l’abbattimento programmato solo sulle piante malate qualora non fosse possibile preservarle, è questione da discutere con la comunità di Stagno così come lo è e la programmazione degli interventi di ripiantumazione e manutenzione del verde che non può essere lasciato a se stesso come purtroppo accade da molti anni.
Diamo pieno appoggio ai cittadini scesi in piazza  affinché si possa avviare un dialogo a seguito della nostra richiesta di sospensione e comunichiamo di aver dato mandato al nostro avvocato di Sinistra Italiana Roberto D’Ambra affinchè sia prodotta ufficialmente una richiesta alle istituzioni in tal senso.
Chiediamo conto anche della mancata  ripiantumazione degli alberi a seguito dell’abbattimento effettuato in via Borsellino a Collesalvetti e il rispetto della legge che obbliga ogni Comune a piantare un albero per ogni nascituro, nato nel suddetto comune.
Difendere e avere cura del verde pubblico significa difendere la salute di chi abita un luogo e rispettare regole precise di pianificazione che oltre a garantire benessere ambientale, favoriscono il mantenimento degli equilibri sociali di una comunità intera.

Coordinamento Circolo SI Livorno Collesalvetti

Lascia un commento