Giornata della Memoria

Ebrei, omosessuali, zingari, oppositori politici dovevano scomparire risucchiati nella “Nacht und Nebel”
La Giornata della Memoria non è solo la ricorrenza del 27 gennaio ma deve essere tutti i giorni dell’anno in omaggio a milioni di vittime e perché sia un costante monito per il presente in un’Europa in cui tornano prepotentemente il fascismo e i nazionalismi che vuole frontiere e porti chiusi.

Simona Ghinassi

Coordinatrice Sinistra Italiana – Federazione di Livorno

Lascia un commento