Fratoianni: “Investire sulla portualità, rafforzando un’occupazione che è di grande qualità”

 

Questa mattina le candidate e i candidati nell’ area livornese di ‘Liberi e Uguali con Pietro Grasso’ hanno visitato il Porto di Livorno per approfondire e conoscere i dettagli della situazione attuale in relazione a ciò che accadrà con la realizzazione del progetto ‘Piattaforma Europa’. Erano con Nicola Fratoianni, capolista candidato alla Camera plurinominale nel collegio Toscana 2, Fabrizio Pucci, candidato alla Camera uninominale al collegio Toscana 13, Giulio Cesare Ricci, candidato al Senato plurinominale al collegio Toscana 2, Catia Sonetti, candidata al Senato uninominale  al collegio Toscana 7, Monica Bellandi  e Claudio Riccio entrambi candidati alla Camera plurinominale nel collegio Toscana 2 candidati alla Camera plurinominale collegio Toscana 2. Insieme hanno incontrato alcune delle realtà produttive  e istituzionali interne all’ambito portuale per capire come la politica possa essere di supporto per uscire dalle terribili secche nelle quali versa la città: dal rilancio occupazionale, alla ripresa del ruolo fondamentale di volano per lo sviluppo dell’attività più storicamente e qualitativamente strategica e predominante per vocazione e capacità che ancora resiste a Livorno.
 
Queste le dichiarazioni rilasciate da Nicola Fratoianni durante la conferenza stampa presso il Terminal Crociere di Livorno nel primo pomeriggio di oggi:
 
“E’ necessario investire sulla portualità per molte ragioni, per questa città, ma non solo, anche per la Toscana per questo paese.” Continua Fratoianni : “ Tutto questo significa immaginare un’idea di trasporto che ci porti a liberarci del trasporto su gomma quanto più possibile rafforzando l’idea delle ‘autostrade del mare’,  rafforzando l’occupazione che c’è ed è di grande qualità e professionalità, immaginando un’espansione possibile attraverso l’attuazione del progetto Piattaforma Europa così fondamentale, anche se sappiamo che il porto di per sé non può risolvere da solo il difficile problema della crisi, ma può dare un aiuto importante in termini diretti e indiretti attraverso l’indotto. E’ necessario quindi che i progetti di sviluppo vengano portati a termine più in fretta possibile con grande attenzione all’impatto ambientale delle opere, anche se oggi durante gli incontri fatti abbiamo avuto la rassicurazione di processi di controllo molto approfonditi. Conclude poi dicendo che: “Noi saremo in  campo per dire che la portualità per un paese come l’Italia con centinaia e centinaia di km di costa, non può essere un fattore marginale, ma deve essere un elemento di investimento strategico all’attenzione del nostro Governo e di tutte le istituzioni nel paese, la Lista ‘Liberi e Uguali’ si farà carico di tutto questo”.
 

Lascia un commento