#Firmaday contro #riformecostituzionali e #italicum @Sinistrait_

3 firme: per il No alla controriforma della Costituzione e per cambiare la legge elettorale “Italicum”
Sabato 11 e domenica 12 giugno sono i giorni del “Firma day” per il No al referendum costituzionale e per abrogare parti della legge elettorale “Italicum. Anche in Toscana sono in programma decine di banchetti predisposti dai Comitati del No e da Anpi ed Arci, ai quali darà il proprio contributo anche Sinistra italiana, la quale aggiungerà propri tavoli in diverse località, tra cui Firenze, Prato, Livorno, Pisa, Arezzo, Lastra a Signa, Campi Bisenzio, Calenzano, Bagno a Ripoli, San Giovanni Valdarno, Sansepolcro.
Con la controriforma costituzionale imposta dal Governo Renzi e con la nuova legge elettorale chi vince le elezioni ha in mano il Governo, il Parlamento, la Presidenza della Repubblica: troppo potere concentrato in una sola persona e nessun contrappeso, presente in tutte le democrazie. 

Con due firme vogliamo che ai cittadini sia restituito il potere di scegliere i propri rappresentanti alla Camera dei Deputati, cancellando i capilista bloccati e designati dalle segreterie dei partiti; inoltre vogliamo ridare rappresentatività alla pluralità degli elettori, eliminando l’abnorme premio di maggioranza che fa vincere una lista che raccoglie anche solo i consensi reali del 20% dell’elettorato. Con la terza firma sosteniamo il No al Referendum confermativo della controriforma costituzionale, decisa dal Governo Renzi contro il parere di tutte le altre forze politiche: un gravissimo vulnus, giacché le regole e le basi della convivenza di un Paese, di una “casa comune”, non si impongono, ma dovrebbero essere condivise da tutti. Inoltre, la controriforma costituzionale è una pessima scelta che non riduce i costi, non semplifica, non innova, ma sottrae potere ai cittadini e mortifica il Parlamento. 

A Livorno la raccolta delle firme sarà Sabato 11 giugno dalle 16 alle 19 sul Viale Italia prossimità ingresso Bagni Pancaldi.

Lascia un commento