Dietro front sulla cancellazione della senologia a Livorno

 

La Federazione di Sinistra Italiana di Livorno accoglie favorevolmente e con soddisfazione il ravvedimento a livello regionale in merito alla chiusura del servizio Breast Unit. Ci eravamo espressi in modo molto critico per commentare le voci trapelate ieri, 20 giugno sulle pagine de ‘Il Tirreno’, in merito all’allontanamento volontario del Primario Casella in vista della soppressione del progetto interno all’ospedale decollato 18 mesi orsono.

Riteniamo che le eccellenze vadano premiate con il potenziamento come annunciato oggi, soprattutto in virtù del ruolo e delle ricadute che un servizio pubblico può o meno garantire su un territorio vasto che valica i confini provinciali e diventa supporto utile nella gestione senza esercitare concorrenza ma invece ampliando le possibilità di intervento in sinergia, dal momento che le patologie femminili come quelle legate al tumore alla mammella, sono purtroppo in pericolosissimo aumento e quindi tempi e modalità rapide di intervento sono la strategia di cura più adatta ad affrontare il problema garantendo la sopravvivenza ad un numero sempre più alto di donne sottoposte a prevenzione e trattamento chirurgico e ricostruttivo.

Simona Ghinassi

Sinistra Italiana – Coordinatrice Federazione di Livorno

Lascia un commento