Arresto del Sindaco di San Vincenzo

 

Con l’arresto del Sindaco di San Vincenzo e l’indagine che coinvolge altre 23 persone nell’inchiesta della Guardia di Finanza di Livorno, si svela uno scenario a dir poco disarmante riguardo alla commistione di affari che coinvolge direttamente alcune Istituzioni di questa Provincia.

Ancor più disarmante è la decisione del Sindaco di Livorno, Dott. Luca Salvetti, di non ‘consigliare’ al Direttore Generale di questo Comune di autosospendersi dal suo ruolo in attesa della conclusione delle indagini che vedono coinvolta anche la sua persona, non farlo rischia di mettere in serio pregiudizio le attività nonché la credibilità di questo Comune in un momento così difficile.
Essere giustizialisti è compito che lasciamo ad altri, il nostro registro si attesta sull’opportunità che non ha voce punitiva ma solo cautelativa nei confronti dell’interesse pubblico.

Superato lo shock iniziale, serve riflettere a fondo su ciò che oggi sempre più spesso viene dimenticato, ovvero, lo spirito di servizio che muove gli eletti nelle Istituzioni e l’esercizio delle attività del personale nella Pubblica Amministrazione.

Non è la prima indagine che coinvolge amministratori di rilievo in tutto il Paese e purtroppo non sarà nemmeno l’ultima, succede ma fa ancor più male se ad essere coinvolti sono amministratori di centrosinistra.
La questione morale berlingueriana viene dimenticata troppo spesso per non accorgersene, rimpiangiamo momenti della storia dove la trasparenza e l’onestà erano ancora requisiti indispensabili per poter ambire al ruolo di amministrare la cosa pubblica.

La disaffezione dal bene pubblico manifesta una deriva che coinvolge trasversalmente la politica e questo è un problema grave che crea un pericoloso corto circuito fra ciò che è e dovrebbe essere la rappresentanza dei cittadini, con le loro aspettative comuni in termini di benessere diffuso, salvaguardia dei diritti e rispetto delle regole uguali per tutti.
Nessuno può tirarsi fuori dal rispetto della legge, ancor di più vale per chi rappresenta e amministra un territorio.
Pertanto, auspichiamo indagini veloci e confidiamo nel buon operato della Magistratura, augurandoci che il Direttore Generale, possa dimostrare la sua estraneità ai fatti oggetto di indagine.

Esecutivo Sinistra Italiana – Federazione Livorno

 

Lascia un commento