Brigata Amaranto per #LorenzoFalchi @Sinistrait_ @BellaSesto @Per_Sesto

Lunedì 30 maggio una delegazione di Sinistra Italiana Livorno sarà a Sesto Fiorentino per portare il proprio contributo nella campagna elettorale di Lorenzo Falchi candidato a Sindaco nel Comune di Sesto Fiorentino, sostenuto dalle liste Sinistra Italiana e per Sesto.
La delegazione livornese di Sì che si definisce “brigata amaranto per Lorenzo” darà il proprio apporto per volantinaggi nell’ultima settimana di campagna elettorale prima del voto del 5 giugno.

La “brigata amaranto per Lorenzo” sarà a Sesto perché convinta che fra i punti programmatici più importanti della candidatura di Lorenzo e delle sue liste in sostegno non c’è una dimensione locale ma una visione regionale alternativa alla gestione Rossi/Renzi e la battaglia elettorale in quel comune può rappresentare un interessante laboratorio politico per una Sinistra che vuole essere vincente.

La candidatura di Lorenzo Falchi si è rivolta tutti i cittadini e le cittadine di Sesto che vogliono un progetto di governo concreto e vincente ma alternativo al PD e ai vari populismi. Un esempio che Sinistra Italiana seguirà anche per la costruzione a Livorno di una alternativa a chi la governa ora e a coloro che vorranno candidarsi al governo della città dai seguaci di Renzi/Verdini/Alfano a quelli di Salvini/Berlusconi.

Sinistra Italiana sta lavorando fin da ora per costruire programmaticamente una visione alternativa della città e vuole farlo convinta che dal confronto possa nascere una proposta credibile e un progetto di governo per Livorno.

Il nostro auspicio è che questo progetto dovrà mettere insieme le forze politiche della sinistra e le varie esperienze del civismo e dell’associazionismo politico che senza personalismi e minoritarismo ideologico ma con una forte attenzione al ricambio generazionale lavori per il bene della città e per un suo futuro diverso.

Sinistra Italiana Livorno

unnamed

La qualità della vita e la mobilità urbana a #Livorno @Sinistrait_

La questione della mobilità urbana a Livorno è continuamente all’ordine del giorno, rotatorie, parcheggi a pagamenti, soppressione e nuove linee del trasporto pubblico, tutti i giorni c’è sempre qualche novità con polemiche, in una visione però parziale, manca una visione più complessiva di un problema che ben gestito può e deve migliorare la qualità della vita e dell’ambiente a Livorno.
Sinistra Italiana ha deciso di parlarne con i cittadini, gli addetti ai lavori, con tutti quelli che hanno a cuore la città, mercoledi 25 Maggio dalle ore 16.00 presso la sala riunioni della sede di Sinistra Italiana a Livorno in via Pietro Gori 14.

Sinistra Italiana Livorno Forum Ambiente e Territorio

image

Comunicato dell'esecutivo nazionale di @Sinistrait_

Il Comitato esecutivo nazionale di Sinistra Italiana esprime grande soddisfazione per la decisione del Consiglio di Stato che ha riammesso le liste collegate a Stefano Fassina alle elezioni amministrative di Roma.

La decisione ha evitato che la sinistra e una significativa aggregazione di forze civiche e sociali, che si sono raccolte attorno alla candidatura di Fassina, fossero cancellate dalla competizione elettorale per un errore puramente materiale.
Adesso possiamo affrontare con rinnovata energia la fase conclusiva della campagna elettorale a sostegno delle candidature della sinistra a Roma e negli altri Comuni chiamati al voto.

Allo stesso tempo, bisogna rilanciare con forza il processo costituente di Sinistra Italiana, correggendo i limiti che finora si sono manifestati.
Deve essere chiaro che rispetto al progetto di Sinistra Italiana indietro non si torna.
Nei prossimi giorni sarà lanciata nazionalmente e in tutti i territori la campagna di adesione, che si svilupperà sia online sia in sedi fisiche.

Il processo costituente del nuovo soggetto deve essere rafforzato nei suoi caratteri di solidità e apertura, lavorando da subito a forme di coinvolgimento innovative delle energie civiche, politiche e sociali che si sono attivate in diverse città a sostegno delle candidature della sinistra.
Dopo il primo turno delle amministrative, sarà convocato il Comitato promotore nazionale di Sinistra Italiana, per fare il punto sull’esito elettorale, per rafforzare le strutture di coordinamento nazionali e territoriali fino al Congresso e per avviare la discussione sulle regole e sui contenuti del percorso congressuale fino alle assise di dicembre.

Sabato 25 giugno è stata indetta una giornata straordinaria di iniziative di Sinistra Italiana nelle principali piazze italiane per la campagna sul referendum costituzionale. La giornata sarà il punto culminante della mobilitazione che Sinistra Italiana, d’intesa con il Comitato del NO, sta portando avanti in queste settimane per la raccolta della firme per i referendum abrogativi sull’Italicum e per la richiesta popolare del referendum costituzionale.

Il 15 e il 16 luglio sarà invece convocata un’Assemblea programmatica aperta, con la partecipazione dei Comitati promotori locali, per definire i punti essenziali della piattaforma che sarà sottoposta alla discussione congressuale.
Il Comitato Esecutivo Nazionale di Sinistra Italiana

SINISTRA ITALIANA

#Livorno merita di più di questo teatrino sulla pelle dei cittadini @Sinistrait_

Venerdì sera prima e durante il consiglio comunale di Livorno abbiamo assistito ad una serie di episodi che la nostra città già fortemente provata non merita.
Sulla pelle dei livornesi, si giocano da mesi partite politiche nazionali a colpi di twitter e dichiarazioni a mezzo stampa che hanno imbarbarito ed esacerbato un clima già incandescente in città.
Ci meraviglia che Filippo Nogarin Sindaco di Livorno continui a non rendersi conto che prima di tutto è il Sindaco della nostra città e che risponde ai suoi cittadini, ma soprattutto non è il Sindaco di un meet up che risponde solo a Beppe Grillo.
Al tempo stesso, le aggressioni verbali e fisiche avvenute ieri sera, non sono atti degni di un confronto che dovrebbe mantenersi su livelli dialettici democratici e civili, a prescindere dal dissenso politico di merito dei contenuti. Quando le forme di violenza verbale e fisica verso l’avversario prevalgono sulla dialettica,la politica assume contorni che ci fanno tornare pericolosamente indietro, ci ricordano i momenti più bui della storia politica italiana.
Sinistra Italiana non ci sta!
Si dissocia da questa modalità ed essendo sempre stata all’opposizione, per non aver appoggiato al ballottaggio il M5S, sfiderà il Sindaco attraverso proposte e atti concreti che hanno a che fare con la politica vera e non certamente le vicissitudini giudiziarie che l’hanno coinvolto in prima persona.
Rompere l’immobilismo è possibile, ma solo con proposte credibili, praticabili, immediate perché il futuro della città non può attendere.
Nessuno deciderà sulle sue dimissioni se non la Magistratura dopo le opportune ed adeguate indagini in merito ad una vicenda complessa e difficile come quella di Aamps, che, sicuramente è stata gestita male, ma è il frutto avvelenato ricevuto come pesantissima eredità dagli ultimi anni della precedente giunta monocolore di Alessandro Cosimi.
Quindi, la Giustizia faccia il proprio corso e se ci saranno gli estremi per un rinvio a giudizio, il Sindaco per il bene della città e per difendersi meglio dovrà trarre le opportune conseguenze e rimettere ogni decisione in mano ai cittadini attraverso il voto di una nuova amministrazione.
Livorno merita di più!
Merita un governo radicalmente diverso rispetto a quello che offrono ora il M5S o potranno offrire il PD e le destre.
Sinistra Italiana sta lavorando per costruire una alternativa forte e vincente, che vada a riempire quel vuoto che si è creato da quando la presunta ‘sinistra di Governo’ ha volontariamente reciso le sue profonde radici democratiche rinnegando ciò che recitano gli articoli Costituzione di questa Repubblica.

Sinistra Italiana Coordinamento di Livorno

 

livornomare

#Livorno merita di più di questo teatrino sulla pelle dei cittadini @SinistraIt_

Venerdì sera prima e durante il consiglio comunale di Livorno abbiamo assistito ad una serie di episodi che la nostra città già fortemente provata non merita.
Sulla pelle dei livornesi, si giocano da mesi partite politiche nazionali a colpi di twitter e dichiarazioni a mezzo stampa che hanno imbarbarito ed esacerbato un clima già incandescente in città.
Ci meraviglia che Filippo Nogarin Sindaco di Livorno continui a non rendersi conto che prima di tutto è il Sindaco della nostra città e che risponde ai suoi cittadini, ma soprattutto non è il Sindaco di un meet up che risponde solo a Beppe Grillo.
Al tempo stesso, le aggressioni verbali e fisiche avvenute ieri sera, non sono atti degni di un confronto che dovrebbe mantenersi su livelli dialettici democratici e civili, a prescindere dal dissenso politico di merito dei contenuti. Quando le forme di violenza verbale e fisica verso l’avversario prevalgono sulla dialettica,la politica assume contorni che ci fanno tornare pericolosamente indietro, ci ricordano i momenti più bui della storia politica italiana.
Sinistra Italiana non ci sta!
Si dissocia da questa modalità ed essendo sempre stata all’opposizione, per non aver appoggiato al ballottaggio il M5S, sfiderà il Sindaco attraverso proposte e atti concreti che hanno a che fare con la politica vera e non certamente le vicissitudini giudiziarie che l’hanno coinvolto in prima persona.
Rompere l’immobilismo è possibile, ma solo con proposte credibili, praticabili, immediate perché il futuro della città non può attendere.
Nessuno deciderà sulle sue dimissioni se non la Magistratura dopo le opportune ed adeguate indagini in merito ad una vicenda complessa e difficile come quella di Aamps, che, sicuramente è stata gestita male, ma è il frutto avvelenato ricevuto come pesantissima eredità dagli ultimi anni della precedente giunta monocolore di Alessandro Cosimi.
Quindi, la Giustizia faccia il proprio corso e se ci saranno gli estremi per un rinvio a giudizio, il Sindaco per il bene della città e per difendersi meglio dovrà trarre le opportune conseguenze e rimettere ogni decisione in mano ai cittadini attraverso il voto di una nuova amministrazione.
Livorno merita di più!
Merita un governo radicalmente diverso rispetto a quello che offrono ora il M5S o potranno offrire il PD e le destre.
Sinistra Italiana sta lavorando per costruire una alternativa forte e vincente, che vada a riempire quel vuoto che si è creato da quando la presunta ‘sinistra di Governo’ ha volontariamente reciso le sue profonde radici democratiche rinnegando ciò che recitano gli articoli Costituzione di questa Repubblica.

Sinistra Italiana Coordinamento di Livorno

 

livornomare